top of page

Home / Lavori / Invisibile (Romanzo)

Invisibile

Un romanzo intimo, che pesca ampiamente nel vissuto del suo writer.

Un viaggio iniziatico, necessario, a tratti doloroso e liberatorio, catartico. 
L'affermazione del sè e un desiderio puro e definitivo di superare un distacco, sono il prologo di un nuovo viaggio.

Editore:

Autopubblicato

in collaborazione con Associazione LeGhirlande
 

Data di Pubblicazione:

14 ottobre 2023
 

ISBN:

979-12-210-4457-7

Pagine:

136
 

Formato:

brossura

Stavo pensando allo strano modo in cui nascono certe storie. Spesso si pensa che dietro a un racconto ci sia chissà quale incredibile vicenda o, al contrario, una lenta e ragionata pianificazione.

In realtà molto più spesso sono i piccoli fatti che riescono a muovere quei fili invisibili responsabili dell’allineamento perfetto delle idee. E questi si comportano esattamente come le ruote dentate di un magico meccanismo segreto che, ruotando, si incastrano perfettamente consentendo la nascita di una storia.

Il giorno in cui quest’idea è nata, si erano verificate due circostanze apparentemente slegate tra loro: una telefonata a un’amica e l’acquisto di un saggio.

La conversazione telefonica aveva assunto la consueta caratteristica del «ciao, come stai?», «e la famiglia?», «cosa fai in questo periodo?». Insomma, la classica conversazione tra due persone che si vedono poco, ma che desiderano sapere l’una dell’altra e condividere e scambiarsi opinioni sulla vita e sul proprio pensiero.

Il saggio, invece, fu qualcosa che mi capitò sottomano e che incredibilmente mi incuriosì.

Però è inutile che ve lo anticipi. Capirete di cosa parlo leggendo ciò che seguirà. O almeno spero.

Stefania Gaia Paltrinieri Autore - Studio creativo Cinisello Balsamo | Nautilus | SGPsite

l'Autore

Stefania nasce a Milano nell’anno in cui il movimento giovanile di protesta ha il suo apice: perché è il Sessantotto che probabilmente ha segnato tutta la sua vita. Designer nell’anima e nella vita, ama sperimentare e mettersi alla prova. Forse è per questo, e per il famoso anno in cui è nata, che non si uniforma a nessun stereotipo, non accetta nessun dogma e non si allinea a nessun preordine. È una decisionista, piena di difetti (del tutto trascurabili, ndr) e persevera nel dichiarare di avere «ancora quella forza che ti serve quando dici si comincia». Ama la musica cantautoriale scaturita da quegli anni e si vede.

“Invisibile” è un sogno. Forse un desiderio. Sicuramente una realtà alternativa.

bottom of page